Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e Cookie policy OK

la storia

L’attività nel settore del trasporto della famiglia Marenzana fu iniziata dal Signor Armando F. Marenzana nel 1959, dopo un’esperienza di 11 anni trascorsa in Venezuela nel settore delle opere infrastrutturali.

la storia
Dopo aver costruito per conto del governo venezuelano un tronco della strada transamazzonica, egli tornò in Italia stanco delle frequenti rivoluzioni politiche locali e fondòl’omonima azienda artigiana nel settore del trasporto petrolifero, sviluppatasisuccessivamente nel petrolchimico e nella chimica di base.

Il percorso fu analogo a quello della maggior parte delle aziende italiane del settore, partite come mono veicolari e sviluppatesi progressivamente in virtù del boom economico dell’epoca.

L’azienda raggiunse dimensioni anche discrete negli anni 70 ma il vero salto dimensionale si realizzò nei primi anni 80. Grazie ad un’aggressiva attività commerciale, promossa e ben coordinata dalla moglie Ada Sterpi, furono acquisiti importanti clienti come Montedison, Enichem, Roloil, Mira Lanza, etc.

A partire dal 1984, terminati gli studi, entrò in azienda il figlio Alberto Marenzana, l’attuale azionista di riferimento e Presidente del CdA. Egli iniziò il percorso organizzativo che portò l’azienda a raggiungere importanti successi: il portafoglio commerciale continuò ad arricchirsi di nomi prestigiosi, La Marenzana fu tra le prime aziende italiane del settore ad ottenere la certificazione di Qualità secondo le norme ISO 9000 nel 1993, fu selezionata per far parte del progetto pilota SQAS da parte del Cefic nel 1994, venne trasformata in Società per Azioni nel 1997, si internazionalizzò con l’apertura di filiali all’estero e la costituzione di importanti partnership, tra cui la più importante con RMI CHEMICAL LOGISTICS di Rotterdam. Partecipò inoltre alla fondazione di ECTA nel 1999.

All’inizio degli anni 2000 la società ha deciso di realizzare un importante cambio di filosofia gestionale: l’abbandono del tipico modello gestionale del settore, basato prevalentemente sull’iperattività dell’imprenditore  e l’introduzione del modello manageriale. A seguito di questa decisione, sono stati fatti importanti investimenti in risorse umane.

Da questa politica è emersa la figura di Alessandro Pais. Entrato in azienda nel 2001, diventa nel corso degli anni Amministratore Delegato ed oggi, attraverso un piano di fidelizzazione, è anche azionista della Marenzana SpA.